La nebulosa ad anello della Lira, M57, identikit di un oggetto celeste di rara bellezza

Home / Blog / Astro News / La nebulosa ad anello della Lira, M57, identikit di un oggetto celeste di rara bellezza

La nebulosa ad Anello della Lira M57: la più conosciuta e fotografata nel cielo, lontana 2300 anni luce da noi

M57 è una nebulosa appartenente alla costellazione della Lira e da tutti è conosciuta come “nebulosa ad anello”.

Perché si chiama M57?

L’acronimo “M57” si riferisce a Charles Messier, famoso astronomo francese (1730-1817). In particolare la lettera “M” indica “Messier”, cognome dello scopritore della nebulosa. Il 57, invece, è il numero dato all’oggetto celeste, secondo una specifica classificazione stilata proprio dallo stesso Messier. L’astronomo Messier, infatti, fu il primo a creare un catalogo astronomico contenente 110 oggetti diversi dalle stelle.

In realtà, sino a pochi anni fa, la scoperta della nebulosa ad anello era stata affidata ad Antoine Darquier de Pellepoix (1779), astronomo che condusse molte ricerche sulle nebulose. Nel 2017, invece, tale paternità è stata messa in discussione e si è scelto di considerare Charles Messier come vero scopritore di M57, poiché fu il primo ad osservarla nel cielo.

Che forma ha?

La nebulosa M57 ha una forma ad anello, che avvolge l’intera materia particellare. Esternamente è presente un involucro di gas che continua ad espandersi. La velocità attuale è di 19 Km/s. Nel centro è presente un buco nero che ingloba una piccola stella. In questa regione il colore dominante è il nero perché viene emessa soprattutto la radiazione ultravioletta. Mentre la parte esterna (l’involucro di gas ad anello) “indossa” due tonalità. Dal verde sgargiante, prodotto dall’ossigeno e dall’azoto ionizzato…al rosso fuoco, per la presenza di idrogeno che viene eccitato emettendo un bagliore di luce rossa.

Quando osservare nel cielo M57?

Il periodo di migliore visibilità nel cielo stellato è tra giugno e ottobre, nell’emisfero boreale. La nebulosa ad anello sarà posizionata a sud di “Vega”: la stella alfa della costellazione della lira.

Come si è formata M57?

M57 è nata circa 4.000 anni fa da una gigante rossa, ormai alla fine della sua esistenza. Quando questa stella ha iniziato a collassare, parte del suo materiale è stato espulso. La gigante rossa si è così trasformata in nana bianca, densa mille volte più del Sole.

Che tipo di nebulosa è?

E’ nebulosa di tipo planetario, per via della sua forma che ricorda proprio quella di un pianeta: sferica. A livello teorico, le nebulose planetarie sono definite come delle nubi di gas ionizzato che circondano ciò che rimane di una piccola stella, oramai giunta alla sua estinzione. Questo è ciò che è accaduto a M57.

L’universo ci offre sempre grandi spettacoli. Un esempio è dimostrato da M57: un enorme palla di gas, dalle mille sfumature, che tiene in balia una piccola stella. Tutto questo è l’Universo, il nostro Universo.

Nebulosa ad Anello della Lira - media.inaf

Nebulosa ad Anello della Lira – media.inaf

Related Posts
Translate »