La nuova frontiera del turismo astrale

Home / / / / La nuova frontiera del turismo astrale

Dalla Norvegia alla Finlandia; dalla Russia al Cile: i posti migliori per guardare il cielo.

I viaggi astrali fanno tendenza. Migliaia di persone si troveranno il 20 marzo sulle norvegesi Isole Svalbard o Faer Oer, il punto migliore per vedere l’unica eclissi solare del 2015. Si può partire dall’Italia con il viaggio organizzato Overland, dal 18 marzo 4 giorni tra lezioni sul campo e notti in tenda, e naturalmente periscopio: il tutto, volo e attrezzature comprese, a circa 4.000 euro.

Ma quali sono le mete più gettonate per vedere l’aurora boreale? Oltre alla Norvegia, la Russia, la Finlandia, ma soprattutto il Cile, la prima meta mondiale per i viaggiatori astrofili. Qui dove sorgono i più grandi osservatori del mondo; il paese di San Pedro vive ormai di turismo astronomico; i tour operator cileni specializzati consigliano di assistere alla pioggia di meteore Lyrid a fine aprile, ma soprattutto all’eclissi lunare il 28 settembre.
Da non dimenticare la classica Lapponia: la città di Abisko è il luogo che più garantisce la possibilità di fare la foto della vita.

E in Italia? Complici le avventure dell’astronauta Samantha Cristoforetti, stanno nascendo blog di astrofotografi, miniosservatori, ed è appena nato anche il portale dell’astroturismo nazionale, Astronomitaly.com. Il portale si propone di coordinare operatori turistici, enti locali e mondo dell’astronomia, tutto sotto il marchio “Cieli più belli d’Italia”.

DESCRIZIONE

Articolo pubblicato in occasione della diffusione di dati relativi alla crescita dell’Astroturismo all’estero e in Italia. Astronomitaly è considerato il primo progetto italiano volto a sviluppare il Turismo attraverso l’Astronomia.

DETTAGLI

  • FONTE: The Mood Post
  • DATA: 26/02/2015
  • ARGOMENTO: Turismo Astronomico
Translate »
Eclissi di Sole 20 Marzo 2015